RifLeggendo

L'autore racconta cosa c'è nel suo cuore e nella sua memoria, l'editore vende il racconto nel modo che gli sembra più adatto a quella storia o a quel pubblico, il lettore percepisce la storia secondo ciò che ha nel cuore e nella memoria. A volte lettore - editore - autore si incontrano per parlare del libro che non appartiene più a nessuno ma ha una vita sua. Mille riflessioni possono nascere dalla stessa lettura, uguali e contrastanti per questo le chiamo RifLetture che sono altro dalle recensioni. Chi recensisce giudica, io non sono all'altezza di giudicare ma sicuramente posso riflettere nelle letture: RifLeggendo condivido qui.

venerdì 14 agosto 2015

Pensiero: il tramonto della libertà culturale tra libri ed estetica

Leggi l'informativa su Privacy & Cookie a lato, all'interno della stessa trovi le modalità per non aderire. Se vuoi aderire è sufficiente che prendi visione e continui la navigazione sul nostro blog. Grazie

Ieri ho incontrato una donna la quale mi ha guardato mentre ero in libreria sfogliando un libro e mi ha detto: "Le donne non conquistano gli uomini leggendo libri. Vatti a fare bella se vuoi avere la tua fetta". Poi se ne è andata.

Il primo pensiero è stato "Oh Dio come sono brutta!" Poi mi sono accorta che avrei dovuto pensare "Ma quella chi è? Cosa vuole da me? Come si permette?" però ripensandoci questo è il messaggio che circola da alcuni, troppi, anni a questa parte. Donne belle, magre, ben vestite, super depilate, smaltate, truccate. Molti uomini amano le loro donne spendendo un patrimonio in parrucchieri, estetisti, negozi ... occupando il tempo di queste donne che sono assolutamente riconoscenti ai loro uomini per permettere loro di vivere questa condizione di noblesse. Devo dire che la signora ha ragione, io non pratico troppo i parrucchieri ma trovo che le donne facciano bene a curarsi, prendersi cura di se stessi è il primo atto di civiltà. Quello che non ho capito è perché questa associazione di dissociazione tra donna che passa un sacco di tempo a imbellettarsi e lettura di un buon libro, anche le donne imbellettate leggono! Ne conosco tante io che riescono a fare entrambe le cose (non io ahimè).



Allora ci ho pensato tanto. Lo so con tutto quello che gira intorno alla mia vita in questo periodo avrei dovuto semplicemente pensare "che idiota", ma la signora girava in libreria come me e sfogliava libri, forse era una sua rabbia personale, forse, un suggerimento di un libro, forse mi ha preso in giro, forse ho proprio un cattivo aspetto, forse ... mi ha incuriosito e mi chiedo ma è vero che gli uomini preferiscono le donne con unghie laccate, capelli sempre da parrucchiere, vestiti sempre tirati e stirati e soprattutto che leggano poco? Davvero gli uomini placano il desiderio di libertà delle donne soddisfacendo il loro desiderio di supremazia estetica?
"Le donne on conquistano gli uomini leggendo libri" con tono profetico come se conquistare un uomo equivalesse a conquistare il mondo. La sua frase mi ha incuriosito perché ha messo un tarlo nella mia mente: davvero l'uomo vuole comprare il pensiero della donna cambiandolo con l'estetica?
A ridosso di ferragosto ho avuto questo pensiero e l'ho condiviso con voi ... ora torno a leggere L'Impronta di Dio del quale vi parlerò presto. Buon caldo a tutti.
Silvia