RifLeggendo

L'autore racconta cosa c'è nel suo cuore e nella sua memoria, l'editore vende il racconto nel modo che gli sembra più adatto a quella storia o a quel pubblico, il lettore percepisce la storia secondo ciò che ha nel cuore e nella memoria. A volte lettore - editore - autore si incontrano per parlare del libro che non appartiene più a nessuno ma ha una vita sua. Mille riflessioni possono nascere dalla stessa lettura, uguali e contrastanti per questo le chiamo RifLetture che sono altro dalle recensioni. Chi recensisce giudica, io non sono all'altezza di giudicare ma sicuramente posso riflettere nelle letture: RifLeggendo condivido qui.

giovedì 3 aprile 2014

Riflessione sulla libertà di educazione chi la sostiene e chi la impedisce

Riflessione sulla libertà di educazione chi la sostiene e chi la impedisce, ma tu che impedisci come fai a parlare di libertà? L'educazione non è mica un omicidio, ma può portare all'omofobia. Non permettere libertà all'educazione può portare a miti che combattono il gay, il negro, il disabile, la donna, il vecchio ... qualunque cosa.

Oggi mi permetto di essere polemica (so già che i miei amici rideranno nel leggere la parola oggi, ma li adoro lo stesso). Mi permetto perché credo nella libertà vera, che non e quella che uccide tutto ciò che c'è di diverso ma è quella che stabilisce delle regole uguali per tutti e poi, dentro queste regole rispetto e buon uso e costume, ognuno può essere se stesso.

Riporto dall'articolo del quale inserisco il link più avanti
Il sottosegretario all’istruzione Gabriele Toccafondi si è scagliato sulle pagine di Tempi.it contro l’ingresso nelle scuole della “ideologia gender” invocando la libertà di educazione dei genitori. Applausi quindi a quelle mamme e a quei padri che hanno impedito che Valdimir Luxuria parlasse in assemblea, hanno fatto valere la loro libertà di educazione, peccato non abbiamo rispettato però la libertà di educazione dei genitori che avrebbero voluto invece che si parlasse di omosessualità e transgenderismo a scuola, così come non hanno rispettato la volontà e la libertà dei propri figli e delle proprie figlie che avevano proposto quelle tematiche per la loro assemblea. 
Ognuno faccia la sua riflessione ma prima leggete l'articolo per intero, mai riflettere su semplici citazioni che sono solo azioni di puro marketing. Per far risparmiare alle persone l'uso della testa si usano le citazione che ti accompagnano verso un modo di pensare (c'è chi pensa per noi e piano piano, citazione dopo citazione, goccia dopo goccia ci trasporta dove vuole - diffidiamo di chi usa troppo spesso le citazioni) - ma questo è solo il mio pensiero.