RifLeggendo

L'autore racconta cosa c'è nel suo cuore e nella sua memoria, l'editore vende il racconto nel modo che gli sembra più adatto a quella storia o a quel pubblico, il lettore percepisce la storia secondo ciò che ha nel cuore e nella memoria. A volte lettore - editore - autore si incontrano per parlare del libro che non appartiene più a nessuno ma ha una vita sua. Mille riflessioni possono nascere dalla stessa lettura, uguali e contrastanti per questo le chiamo RifLetture che sono altro dalle recensioni. Chi recensisce giudica, io non sono all'altezza di giudicare ma sicuramente posso riflettere nelle letture: RifLeggendo condivido qui.

martedì 8 ottobre 2013

Concha Lòpez Navàrez - Mi primer Platero

Buona Pasqua bambini.

Concha Lòpez Navàrez ha adattato per i bambini, con le illustrazioni di XImena Maier, la storia di Platero e devo dire è un lavoro davvero ben fatto ... grazie! Bambini chiedete ai vostri genitori, nonni, zii ... di leggervi tutto e tanto. La storia riportata nel testo è molto semplice e poetica ... molto bella l'immagine di Platero che si disseta in un secchio di acqua e stelle. La magia è appunto questa, far capire ai bambini che cosa è la poesia e così ce la spiegano:
Un poeta es alguien que busca las palabras màs hermosas para contar lo que ve, lo que piensa y lo que siente.
(traduzione mia)
Un poeta è colui che sa trovare le parole più belle per raccontare ciò che vede, che pensa e che sente.
Il libro è pensato per bambini dai 5 anni in su ma mia figlia ne ha quasi quattro e se le chiedo di cercare belle parole per descrivere ciò che vede, lei lo fa e si diverte e vi dice "faccio come Ramòn"
Buona Pasqua a tutti i bambini curiosi con l'augurio che in qualche modo trovino risposte alle loro domande.
Silvia