RifLeggendo

L'autore racconta cosa c'è nel suo cuore e nella sua memoria, l'editore vende il racconto nel modo che gli sembra più adatto a quella storia o a quel pubblico, il lettore percepisce la storia secondo ciò che ha nel cuore e nella memoria. A volte lettore - editore - autore si incontrano per parlare del libro che non appartiene più a nessuno ma ha una vita sua. Mille riflessioni possono nascere dalla stessa lettura, uguali e contrastanti per questo le chiamo RifLetture che sono altro dalle recensioni. Chi recensisce giudica, io non sono all'altezza di giudicare ma sicuramente posso riflettere nelle letture: RifLeggendo condivido qui.

giovedì 4 giugno 2015

Progetto NaturalMente: Concetta e la grotta di sale Salilà

Leggi l'informativa su Privacy & Cookie a lato, all'interno della stessa trovi le modalità per non aderire. Se vuoi aderire è sufficiente che prendi visione e continui la navigazione sul nostro blog. Grazie

Il Progetto NaturalMente riscuote successo e anche Concetta, amante lei stessa della naturalità, ci chiede di aderire.
Concetta è la padrona di casa della grotta di sale Salilà in via del Casale Lumbroso, Roma.
"Grotta di sale?" molti si staranno chiedendo se non sono impazzita.
Ebbene no!
Anche io la prima volta che ne ho sentito parlare sono rimasta stupita e sono subito andata a provare e ... ci sono tornata più e più volte. Eccole qua.





Il sale da sempre vale come l'oro ed è prezioso come l'acqua e come ogni dono prezioso, anche il sale ha una sua storia.
Il sale è sempre stato un elemento importante nell'evoluzione umana ma, vista la sua scarsa resistenza agli agenti atmosferici, non se ne trova traccia ad esempio nei siti archeologici, proprio per questo se ne è sempre parlato poco. A pensarci bene da qualche parte ho addirittura letto che civiltà antiche hanno scelto di stazionare in zone aride e desertiche proprio perché in assenza di umidità avevano più possibilità di conservare il prezioso sale. Pensate l'influenza del sale sulla nostra evoluzione.
Il sale conserva cibi, aiuta il benessere fisico, cura alcune malattie, insaporisce il cibo ... ma se dico sale, cosa dico?

Alla parola sale viene subito in mente il bianco sale, fino o grosso, da cucina ma in realtà quello è forse il sale meno pregiato perché essendo trattato ha perso gran parte dei suoi elementi, soprattutto quelli minerali.
Nel mondo ci sono diverse varietà di sale e ce n'è una  molto particolare che è definita sale fossile.
Immaginate una montagna ricoperta dal mare per anni, secoli e poi piano piano ... emerge.
Al suo emergere la montagna è impregnata di sale marino che rimane dentro di lei per secoli acquisendo circa 80 elementi con proprietà diverse.
Tra questi elementi troviamo molto ferro e rame dai quali il colore rosa.
Avete indovinato, sto parlando del sale himalayano, è proprio questo il sale in cui ci fa immergere Concetta nelle sue grotte.

La mia personale esperienza alla grotta di sale Salilà è stata estremamente positiva. Mio figlio con un ritardo nella formazione del bronco e della trachea, ha sviluppato una insistente forma asmatica e tra un broncodilatatore e un cortisonico ha sviluppato una insistente dermatite atopica che tra un antistaminico e un antibiotico ha abbassato notevolmente le sue difese immunitarie che ... ad un certo punto, per fortuna, alcuni amici ci hanno parlato delle grotte di sale.
Considerando che io sono una che mette chicchi di sale nella vaschetta dell'umidificatore la notte, mi sono detta: "il sale di sicuro non fa male, proviamo!"
Ed è così che mi sono andata a rotolare nel sale.




Abbiamo cominciato a frequentare le grotte di sale e abbiamo conosciuto meglio Concetta.
Nelle grotte i bambini giocano come al mare tra secchielli e palline.
I genitori si possono riposare come al mare e così abbiamo organizzato una RifLettura sulla vita di una donna coraggiosa: Coco Chanel.




Abbiamo letto un capitolo del libro Divas Rebeldes (del quale ho già parlato) e dopo varie rifLetture, un paio di noi si sono date in qualche modo una speranza sapendo che Coco Chanel, bambina dall'infanzia difficile, povera e maltrattata si è riscattata arricchendosi vestendo le dame dell'alta società.
Sapete da dove venivano i vestiti neri, coprenti e pratici che hanno arricchito Coco Chanel?
Erano i modelli con cui venivano vestite le bambine di basso lignaggio, andavano distinte e tutti dovevano sapere che loro valevano meno e così la piccola Coco, da grande, ha vestito con gli stessi abiti le dame dell'alta società facendosi pagare già allora tantissimo. Una mente geniale, ingegnosa o malata? A ciascuno la sua RifLettura.

Ecco cosa vuol dire leggere un libro! Dalla storia del sale alla storia di una donna e dalla storia di una donna potremmo passare alla storia della moda e ... ma lo faremo un'altra volta. Ora torniamo al sale nel quale ci immergiamo a casa di Concetta.




Sale himalayano nella grotta Salilà di Concetta, le nostre immersioni nel sale oltre a farci rilassare in interessanti rifLetture, hanno aiutato mio figlio a ridurre la quantità di cortisonici e broncodilatatori, hanno regolarizzato il sonno di tutti e due i bambini, hanno migliorato la mia circolazione e sgonfiato le mie gambe e hanno regalato alla famiglia del tempo in intimità.
Un momento di benessere familiare in cui ci prendiamo cura di noi stessi tutti insieme.
Vi ricordo che se chiedete a Concetta, lei può fare molto di più.